Vendetta e maledizione

5,99

I Brani Scelti dal Maestro Pavarotti per questa raccolta

CD originale Idea L0110 ©1991

Ascolta le anteprime dei primi due brani

L’inferno della vendetta sta bollendo nel mio cuore da «Il flauto magico» (Cristina Deutekom)
 L’inferno della vendetta sta bollendo nel mio cuore da «Il flauto magico» (Cristina Deutekom)
Vanne, sì, mi lascia indegno (Maria Callas, Filippeschi Mario, Ebe Stignani)
 Vanne, sì, mi lascia indegno (Maria Callas, Filippeschi Mario, Ebe Stignani)
  • altri 9 brani ascoltabili e scaricabili con l’acquisto

Durata totale della raccolta : 00.54.53

Product Description

Ascolta l’anteprima del commento di Rodolfo Celletti

Click per ascoltare

 

Vendette, anatemi, maledizioni hanno sempre rappresentato momenti salienti del teatro musicale, in quanto elementi generatori di grandi tensioni. Già ne L’Incoronazione di Poppea di Monteverdi (1642), l’imperatrice Ottavia, tradita da Nerone, invoca il fulmine vendicatore di Giove.
Quasi simultaneamente il melodramma accoglieva, tramite alcune opere di Francesco Cavalli, gli scongiuri e le maledizioni di maghe o di creature comunque dotate di poteri soprannaturali. Di entrambe le situazioni si resero interpreti, in seguito, Mozart in Die Zauberfkite (II flauto magico, 1791) e Bellini nella Norma (1831). Antitetici furono però i mezzi espressivi – il che è piuttosto ovvio – e diversi i moventi. Nel Flauto Magico, Astrifiammante, regina della Notte e simbolo dell’oscurantismo, vuole vendicarsi di Sarastro, simbolo della luce, e incita la figlia Pamina ad ucciderlo. Nella Norma è un’amante tradita che maledice il fedifrago Pollione.

Fine dell’anteprima – Per testo completo e riferimenti discografici, prenota l’acquisto di questa raccolta

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

Durata